First day of school

Il primo giorno di scuola è strano. C’è il sole e la città splende intorno a noi mentre cerchiamo la via più breve per raggiungere l’edificio Kaplan. Una volta dentro è come essere risucchiati in un vortice: un bombardamento di informazioni, il test iniziale, decine di facce nuove di tutti i colori. La paura di dover comunicare in una lingua diversa dalla propria passa dopo pochi minuti. Tutti si buttano, tutti sbagliano, tutti cercano di fare del loro meglio.

La scuola è grande, con tanti corridoi e tantissime aule. Vengo collocato, per qualche strano motivo, nella classe con il livello più alto. Il mio professore è un classico prototipo di mascellone americano biondo e con gli occhi azzurri, discretamente piazzato. Le mie compagne non ne sono del tutto indifferenti. La classe è composta soprattutto da Brasiliani e Svizzeri e a sorpresa mi ritrovo ad essere l’unico italiano del gruppo. Le lezioni si susseguono tra esercizi, lavori in gruppo, letture, conversazioni e momenti di ascolto. Come niente fosse siamo già al terzo giorno. Oggi c’è stata una simulazione anti-incendio, con il responsabile della sicurezza che sbraitava dall’interfono, interrompendo più volte la lezione, ripetendo che si trattava di un’esercitazione, che bisognava mantenere la calma, che era solo un test e via dicendo. Sempre oggi c’è stato un altro test, per certi versi inquietante. Mentre guardavamo la tv, all’ora di pranzo, il segnale è sparito, sono comparsi dei grossi pixel blu e una voce ha annunciato che si trattava di una prova per l’invio di comunicazioni a tutta la popolazione di New York City in caso di emergenze.

Questi test mi innervosiscono perciò penso che cercherò rifugio in un ristorantino indiano nei paraggi, per una rilassante cena con Maia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Who are we?

  • Here’s the answer!

%d bloggers like this: