Brunch

Insomma, a noi tutta ‘sta gente che va a fare il brunch ci faceva un po’ sorridere. Ci sembrava quasi una cosa un po’ snob: “Ehi raga, facciamo un brunch?”.

Eppure il brunch – che poi sarebbe un pasto che non è né colazione (breakfast), né pranzo (lunch) e che deriva il nome dall’unione di questi termini, ed essendo appunto un pasto che ne accorpa due in un sol colpo, di solito è molto molto abbondante –, è una cosa tipica del weekend americano e quindi, mo’ che siamo a NY, vuoi non provarlo?

Dietro casa nostra c’è un posto con il nome italiano ma molto made in the USA che si chiama Ciao for now e che ci è sembrato carino: ci siamo andati una volta per un cappuccino, il cappuccio era buono, abbiamo visto che facevano anche il brunch e ci siamo detti: sabato prossimo ci veniamo.

E così oggi, abbiamo provato.

Avevamo entrambi una bella ossessione per i pancakes, che insieme a french toast, omelette e bacon sono poi i piatti base del brunch.

Così abbiamo preso i pancakes di nonna Linda con banane, fragole e noci Pecan. Qui ogni piatto del brunch è servito con frutta fresca, sciroppo d’acero e succo d’arancia.

Insieme ci siamo fatti anche due caffè americani molto buoni.

Quando la cameriera ci ha portato i pancakes, sono quasi svenuta. Erano tre, che sembrano pochi, ma sono delle sberle che non potete immaginare. Sono proprio delle bombe e in pratica, finito il primo, non riuscivo più a respirare e boccheggiavo bevendo litri d’acqua per buttare giù il boccone. Erano davvero buonissimi, ma porca miseria: per noi italiani abituati a un caffè al volo sta colazione-pranzo si stava rivelando davvero impegnativa!

Un po’ mi vergognavo a lasciare due pancakes interi nel piatto.

Meno male che qua siamo in un paese all’avanguardia: hai avanzi? No problem: ti diamo una scatola e te li porti a casa così li mangi quando hai voglia.

Meglio di così!

30 dollari in due + mancia per una giornata che non poteva iniziare meglio!

Ciao for now, 523 East 12th street, Mon-Fri 7.30-6; Sat 8-6; Sun 9-6, Tel: 2126772616

Advertisements
Comments
3 Responses to “Brunch”
  1. --mary says:

    il prossimo passo é farteli a casa 🙂 puoi comprare sta farina zuccherata già pronta x fare i pancakes, e l’olio spray, indispensabile x non bruciarli dal secondo in poi 😀 per lo stesso motivo vi consiglio di raffreddare la padella (piccola x farli spessi) sotto l’acqua fredda tra uno e l’altro (non che alla padella faccia molto bene, ma in fondo e’ il pancakes che conta 😉 )
    cominciare ora così avete tempo di perfezionare la tecnica.. che sembra facile.. ma sn + quelli che brucio o lascio crudi che quelli che vengon bene 😦

    un bacione da parigi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Who are we?

  • Here’s the answer!

%d bloggers like this: