Guadagnare con l’iPhone: facciamo la prova

Qualche tempo fa ho letto articolo su Repubblica in cui si parlava di un metodo per guadagnare piccolissime somme di denaro semplicemente utilizzando il proprio iPhone. Il sistema era attivo soltanto negli Stati Uniti quindi mi son detto “perché non provare?”. E questo è il resoconto.

Prima di tutto bisogna scaricare una piccola applicazione gratuita di nome “Gigwalk”, che si trova sull’Apple Store USA. Una volta lanciata, vi sarà chiesto di inserire alcuni vostri dati personali: nome, cognome, mail, livello di istruzione, occupazione e interessi. Fatto questo, potrete accedere alla mappa delle “Gigs”. In pratica vedrete la vostra posizione localizzata tramite GPS sulla mappa di Google e tutto intorno a voi dei puntini rossi che compongono le vostre “missioni”, ossia reali offerte di lavoro facili e veloci, postate da aziende altrettanto reali. All’inizio potrete accedere soltanto a quelle dal valore più basso (in genere comprese tra i 3 e i 4 dollari). Ma se le porterete a termine con successo, guadagnerete crediti che vi consentiranno di sbloccare anche gigs più redditizie (fino a un massimo di 90 dollari l’una). Ma in cosa consistono in concreto le varie missioni?

Al momento ne ho portate a termine due, sostanzialmente identiche. In pratica si tratta di andare in un certo posto, in genere un ristorante o un bar e raccogliere alcune informazioni. Tipo: ci sono posti a sedere all’aperto? Ci sono barriere architettoniche? Che orari hanno? Fanno delivery? Accettano carte di credito? Oltre a ciò dovrete scattare alcune foto con il vostro iPhone: dei menu, dell’esterno e dell’interno del locale. Dopo di che dovrete inviare le informazioni raccolte al vostro committente il quale avrà sette giorni di tempo per verificare la qualità del vostro lavoro e pagarvi tramite Paypal.

L’inghippo sta nel fatto che, a meno di non utilizzare una scusa, in alcuni casi vi toccherà entrare nel locale, per completare la missione, e quindi è probabile che dobbiate consumare, spendendo ben più di quanto potrete poi effettivamente guadagnare. Tuttavia, spesso i locali qui a New York hanno i menu all’esterno e non è così complicato fare una foto all’interno del locale magari sporgendovi dalla porta o dalla finestra (come ho fatto io). Tutte le altre informazioni sono facilmente reperibili dando un’occhiata all’esterno o facendovi un giro sul sito ufficiale del locale (che è un po’ barare, lo so, ma va bene lo stesso).

Passati 6 giorni mi sono stati accreditati 6 dollari e 18 crediti.

Le gigs presenti sulla mappa aumentano di giorno in giorno (ne hanno aggiunte più di 300 soltanto ieri) e se uno avesse un sacco di tempo da buttare potrebbe forse guadagnare qualche decina di dollaro ogni giorno. Niente di sconvolgente, però magari utile per pagarvi una birra o due all’happy hour.

In definitiva si tratta di un progetto interessante, che al momento è presente solo in alcune città americane ma che potrebbe presto sbarcare anche nella vecchia Europa. E’ presto per dire se potrà evolversi in qualcosa di veramente redditizio ma chi sa che non diventi, con i futuri aggiornamenti, il lavoro del futuro!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Who are we?

  • Here’s the answer!

%d bloggers like this: