La vera Apple Pie è da Four and Twenty Blackbird

Pare incredibile ma in 5 mesi non abbiamo mai provato una vera pie. Dopo aver letto milioni di volte, in differenti articoli, svariate lodi sperticate per una certa bakery, finalmente ieri abbiamo trovato il tempo per il lungo viaggio verso Prospect Park a Brooklyn. Da quelle parti infatti, si trova Four and Twenty Blackbirds, il tempio della pie.

Il locale è molto grande e luminoso, provvisto di spaziosi tavoli quadrati e una lunga tavolata per gruppi numerosi. Pareti bianche e tanto legno, in un’atmosfera tranquilla e semplice.

Le gestrici, tutte donne, hanno fatto della pie il loro cavallo di battaglia, anche se servono qualche altra specialità come muffin, sandwich e delle specie di salatini giganti ripieni di verdura.

Le torte sono stagionali, nel senso che vengono usati solo frutta di stagione e, chiaramente, ora che si avvicina l’estate l’offerta è molto ampia. Ogni giorno vengono preparate circa 5 pies diverse, con ingredienti guinini.

L’aspetto, ripeto, è molto rustico, ma la bontà delle torte è eccezionale. Noi abbiamo provato il salatino con verdura, buona la pasta ma niente di speciale il ripieno, che è ufficialmente il cibo più italiano che abbiamo mangiato finora. Sul dolce, invece, non ci sono critiche. E’ made in USA al 100% ed è tutto preparato con maestria. Le nostre fette di torta alle mele caramellate salate e quella di fragole all’aceto balsamico le abbiamo spazzolate senza colpo ferire. La pasta, freschissima e leggera, il ripieno generoso di frutta non troppo dolce, sono stati un mix indimenticabile.

Four and Twenty Blackbirds prepara periodicamente delle cene a tema, tutte dedicate all’arte e alle pies (sia salate che dolci): basta consultare il loro sito per prenotarsi.

Sul fronte bevande, è tutto old style e molto genuino: il loro sidro frizzante e il tè freddo alla menta fatti in casa sono davvero rinfrescanti e non hanno niente a che vedere col saporaccio delle bevande confezionate.

La strada è senza dubbio lunga per raggiungere questa bakery poco nota, ma ne vale decisamente la pena. Da provare.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Who are we?

  • Here’s the answer!

%d bloggers like this: