Frisco: piccolo manuale di sopravvivenza al trasporto pubblico

Il sistema di trasporto pubblico della città di Frisco è stato probabilmente ideato da un pazzo. La città è infatti attraversata da almeno sei tipologie diverse di mezzi. E questo non significa che il sistema sia efficiente, anzi! Lunghe attese, mezzi lerci e affollatissimi sono praticamente la regola. Proviamo a fare un po’ di ordine.

Intanto, aeroporto e downtown sono collegati da un comodo (questo sì) treno che si chiama BART e che fa alcune fermate su Mission St. e Market St. fino all’Embarcadero. Si paga a seconda della fermata in cui si scende, come se fosse un normale treno italiano. Il sistema di erogazione dei biglietti è surreale. Pur essendoci un tariffario preciso per ogni fermata, ogni volta che acquisterete il biglietto il costo iniziale sarà sempre di 20 dollari. Starà a voi scalare manualmente il prezzo fino a raggiungere l’esatto costo della vostra tratta. Comodissimo, no? No.

Poi ci sono i mezzi denominati “Muni”. Questi comprendono linee di superficie e sotterranee, il biglietto si fa a bordo pagando due dollari a viaggio.

Il mezzo di trasporto più affascinante sono sicuramente i cable car, le tre linee storiche che connettono i quattro angoli del centro cittadino sono una delle attrazioni turistiche più gettonate. Si può salire ai capolinea, dopo che i mezzi, mossi esclusivamente da un sistema di cavi, verranno manualmente ruotati utilizzando una piattaforma mobile, per poter riprendere la corsa nella direzione opposta. In alternativa si può salire ‘al volo’ ad una delle tante fermate lungo la strada, mettersi comodi e ammirare i saliscendi e i panorami della città. Il costo è di 5 dollari a tratta e si paga direttamente a bordo.

Finita qui? Ovviamente no!

Infatti, sempre nel circuito dei “Muni” ci sono anche i bus, che alla fine risultano essere il mezzo più comodo pur con tutti i problemi di cui sopra e le “historic streetcars”, che sono degli affascinanti tram storici di superficie molto colorati, dalla forma arrotondata molto anni cinquanta.

Per non incasinarvi con i biglietti, il suggerimento è di acquistare l’abbonamento settimanale presso il punto vendita di Union Square (scordatevi di comprarlo alle macchinette o agli sportelli nelle fermate, quello sarebbe troppo comodo!). L’abbonamento vi darà accesso a tutti i mezzi “Muni” (compresi i cable car) ma non a quelli della rete BART.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Who are we?

  • Here’s the answer!

%d bloggers like this: