That’s all folks!

Abbiamo iniziato parlandovi del modo migliore di fare la valigia e ora eccoci qua, già da un mese in Italia. L’avventura è finita in un battibaleno e New York ci manca tantissimo. Evitiamo, come possiamo, di parlarne, perché davvero ci si stringe il cuore anche solo a ricordare com’era la tenda della nostra doccia o … Continue reading

Tris di caffetterie + intruso col buco

Checchè se ne dica, New York non fa cattivi caffè. Basta evitare Starbucks e fiondarsi altrove, cioè nei piccoli negozi, come Ninth Street Espresso o Ciao for now. Ma anche altre catene possono offrire qualcosa di interessante. Pret à manger, per esempio (da non confondere con Le pain quotidien) è una catena che si trova … Continue reading

Poker di pasticcerie newyorkesi: parte 2

Continua il tour dolciario di New York con due vere istituzioni che non vi lasceranno per nulla delusi. Junior’s è l’epitome della cheesecake fin dal 1950: che ne prendiate una torta intera o solo una fetta, che la mangiate direttamente nei tavolini del dehors a pochi passi da Times Square o che la portiate a … Continue reading

PopBar, il gelato su stecco di NY

Oltre ad avere delle brillanti idee completamente nuove, un altro modo per creare un business di successo è quello di migliorare un’idea vecchia ma buona. Vi ricordate i ricoperti, i pinguini, i gelati su stecco insomma (tipo il Magnum)? Ecco, qua a New York, nel Greenwich Village, c’è un posto chiamato PopBar dove fanno gelati … Continue reading

Poker di pasticcerie newyorkesi: parte 1

Le bakeries abbondano a New York, alcune più dimenticabili di altre. Nelle nostre peregrinazioni abbiamo incontrato un quartetto di pasticcerie che meritano due parole. Oggi ve ne racconto due. Iniziamo con Black Hound, una pasticceria american-style nell’East Village. Il piccolo negozio offre torte e monoporzioni di Carrott Cake, cheesecake al cioccolato, torta al giandujua, torta … Continue reading

Combattere la caldazza da People’s Pops

Con questo caldo feroce che mi sta devastando e mi fa sudare come se fossi una spugna strizzata, non posso che parlarvi di ghiaccioli. Se si schiatta a Torino, chissà nella grande mela (cotta). E cosa c’è di meglio quando fa un caldo boia? A New York, ovviamente, non si accontentano di farli con il … Continue reading

La meglio Italia a NY è da Celeste

Incredibile, ma solo 3 giorni prima di lasciare New York, abbiamo scoperto un ristorante italiano buonissimo e degno di questo nome: Celeste nell’Upper West Side. Gestito con piglio deciso da un signore italiano, Celeste offre piatti della cucina tradizionale, insieme a pizze e fritti che vi faranno sentire a casa. In una bellissima serata di … Continue reading

The best of the East Village (secondo noi)

Tutti quanti hanno i loro posti preferiti. Ci piace ricordare il Village con il nostro elenco di posti da non perdere. Il nosto personalissimo Best of the East Village. Bar Bar on A, per un cocktail a poco. Keybar, due cocktail a 12 dollari. Musica altissima, affollato. The Hi-Fi Bar, modernissimi juke-box elettronici e musica … Continue reading

A vedere i Beirut al Northside Festival

E’ che mi sono distratta. Cioè, già pensavo che per i Beirut una situazione tipo festival all’aperto non fosse congeniale. Io me li vedo in teatri, piccoli club, tutti seduti e meditabondi. Troppo spazio al Northside Festival di Williamsburg, troppa coda ai cessi chimici, troppa coda per la birra, troppa aria a disperdere il suono. … Continue reading

The Cloisters

Going to the Cloisters can be an odyssey, especially if you go there with the bus, which can take more than one hour to get you to the very top of Manhattan. Of course, the bus is the perfect chance to see some neighborhoods that probably, if you are tourist, you would never see, but … Continue reading

  • Who are we?

  • Here’s the answer!