PopBar, il gelato su stecco di NY

Oltre ad avere delle brillanti idee completamente nuove, un altro modo per creare un business di successo è quello di migliorare un’idea vecchia ma buona. Vi ricordate i ricoperti, i pinguini, i gelati su stecco insomma (tipo il Magnum)? Ecco, qua a New York, nel Greenwich Village, c’è un posto chiamato PopBar dove fanno gelati … Continue reading

Ultimi morsi di mela

Gli ultimi giorni. La nostra avventura sta per terminare in un caos di valigie da finire, mobili da pulire e cose da vedere. Lasciare New York e mettere un punto al nostro semestre sabbatico è molto strano. Vorrei usare un aggettivo più preciso ma non ci riesco. Qui, Marco e io vorremo goderci di più … Continue reading

Gli stivali di Marc Jacobs

Non si vive di solo cibo. C’è anche lo shopping! Ammetto che non ho praticato molto, da quando sono qui. Ed è un peccato, perché i prezzi sono davvero bassi rispetto all’Italia e alcune cose hanno costi quasi ridicoli (come i Levi’s 501 a 39 dollari = 27 euro!). E come se non bastasse, qua … Continue reading

Restaurant Week al One if by the land

Dopodomani finisce la Restaurant Week, che poi non è stata una settimana ma un mese e mezzo di promozioni su molti ristoranti newyorkesi. In pratica, visto che c’è la crisi, i ristoratori offrono menu speciali a 24 dollari per il pranzo e 35 per la cena (escluse bevande, tasse e mancia) che per NY non … Continue reading

All’inseguimento della Whoopie pie

Tutto è iniziato lo sciagurato giorno in cui ho visto su Cooking Channel, un servizio dove parlano della Whoopie pie e la definiscono un incrocio sublime tra un brownie, un cookie e una torta ripiena di crema alla vaniglia. Oddio, mi pare di svenire! Devo mangiare la whoopie pie. Così la settimana a seguire, spulcio … Continue reading

Whitney Museum of American Art

La signora Gertrude Vanderbilt Whitney (che non ha niente a che fare con la cantante ormai in declino), della upper-class newyorkese, visto che era appassionata d’arte, decise di diventare una mecenate e di sponsorizzare gli artisti che secondo lei meritavano. Nel 1931 aprì una galleria nel Greenwich Village che divenne la nonna dell’attuale museo nell’Upper … Continue reading

  • Who are we?

  • Here’s the answer!